Film Porno online, Live Chat a pagamento, dove sta andando la Pornografia?

admin July 1, 2008 0

ragazze in vendita cam pagamento

Che internet sia stata una miniera a basso costo per i cosiddetti “filmini porno”, lo sapevamo tutti.

Oggi attizzano e arrapano ancora tantissimi giovani; internet ha influito soprattutto nel modo di fruirne, rendendoli accessibili a tutti. (youporn.com e porno tube.com hanno fatto storia in questo senso.)

Da quando internet è entrato nella nostra vita ha sconvolto tutti, proprio perché ormai su di esso si trova di tutto e di più, sono nati quindi moltissimi siti di divulgazione che riguardano appunto tutto il mondo di immagini e video hard.

Siamo arrivati a un punto dove si possono produrre anche film porno a tutti gli effetti “fai da te”, metterli in rete liberi di circolare e di essere visti da chiunque. Le motivazioni chiaramente vanno, dal vanto personale o dal semplice voyeurismo.

Recentemente il cantante del famoso gruppo rock Red Hot Chilli Peppers ha dichiarato di avere una vera e propria malattia, e di essere uscito a fatica da una vera e propria dipendenza pornografica online. Una volta che vieni rapito da questa rete sensuale è molto difficile uscirne, tanto da finire a sentire una vera e propria astinenza da film erotici.

In una nostra recente indagine abbiamo chiesto ad alcuni ragazzi tra i 14 e i 18 anni cosa ne pensassero della pornografia, in particolare di quella che si può trovare su internet. Le voci della verità non hanno avuto alcuna esitazione, per loro si tratta di “una figata”.

Molto spesso si trovano a navigare e a scaricare materiale pornografico senza alcun complesso o senso di colpa. Diversa la storia per i più grandicelli che hanno ammesso di averlo fatto in passato ma di aver smesso con l’avanzare dell’età per l’incombere di altri interessi.

Una storia molto particolare a questo riguardo è quella di Gabriele, un ragazzo che scarica e guarda film porno tutto il giorno come se fosse un topo da biblioteca, solo che invece di leggere i libri occupa il tempo in modo leggermente diverso.

Possiede un’esagerazione di filmati riguardanti donne e uomini di qualsiasi età e nazione; gli abbiamo chiesto come mai lui trascorra così tanto tempo davanti a scene di scopate ed ammucchiate di ogni tipo.

Con la serenità di chi ha la consapevolezza di non fare nulla di male, ci ha risposto che tutto il resto è noioso e privo di senso in confronto al magico mondo del porno. La realtà è troppo poco stimolante dal suo punto di vista.

Possiamo dire che questa cosa ci abbia lasciati un tantino sorpresi. Una volta entrati nella sua “videoteca privata”, ci si rende conto di quanto alle volte la passione umana permetta a certe persone di raggiungere livelli impensabili per molti. “Si sono più di 10.000, in realtà ne ho altri 20.000 tra due garage” Ha dichiarato orgogliosamente . “Stavo riflettendo se iscrivermi a qualche guinness dei primati! Ma la mia ragazza non ne sarebbe molto contenta”.

Ci sono anche casi opposti, come per esempio quello di Mario classico ragazzo tutto casa e chiesa, che a 20 anni non ha mai visto in vita sua un porno, o comunque video affini al genere. Ci ha anche confessato di non aver mai sentito neanche il bisogno di guardarli.

Abitudini decisamente contrastanti che arrivano in ogni caso alla stessa conclusione, la realtà da un punto di vista sessuale risulta poco avvincente per 7 giovani su 10.

Attualmente il mercato pornografico online negli ultimi anni ha risentito di una leggera flessione, ma ultimamente i contenuti HD (Alta definizione) stanno facendo ben sperare gli imprenditori del settore.

Immaginatevi di sentire un’ammucchiata di persone che mentre scopano come dei ricci li sentite ansimare in stereo digitale 7.1, con risoluzioni nitidissime anche per dei monitor da 52″. Fate attenzione a non far preoccupare i vicini, per tanto realismo!

Un trend sicuramente in aumento è quello legato alla pornografia fai-da-te, che grazie ai portali di cui abbiamo parlato prima ed anche ad altri siti che permettono la realizzazione di spettacoli “pay-per-view Live”, stanno portando sempre più giovani ad entrare a far parte del mondo dell’erotismo on-line.

Studentesse Universitarie bisognose di soldi per pagarsi le sempre più costose borsette firmate spesso trovano nei servizi “pay-per-view Live” una formula per guadagnare con pochi sacrifici e buoni risultati.

Tuttavia nessuno sembra lamentarsi, le ragazze sono contente, i clienti paganti pure, i gestori dei servizi lo sono più di tutti.

Internet ha sicuramente dato una sterzata netta, ovunque si vada, ma soprattutto chiunque esprima un desiderio erotico, è in grado di trovare pane per i suoi denti senza nessuna limitazione né controllo.

Leave A Response »